venerdì 14 novembre 2014

Pizza Integrale con Siero di Kefir

Prima di iniziare: il kefir che ha il potere di lievitare gli impasti senza l'ausilio del lievito di birra o del lievito madre è solo quello autoprodotto partendo dai grani di kefir, non quello pronto quindi che si trova in commercio nelle bottigliette.
I Grani di Kefir, invece, non si trovano in commercio, ma si acquisiscono da chi li ha: dobbiamo trovare qualcuno che ce li regali.

Se riuscite a procurarveli potete preparare pane, pizza e focaccia senza lievito di birra (per chi è intollerante anche a questo), senza dover stare dietro al lievito madre e magari con una farina senza glutine integrale e biologica come è in questo caso.
Non ve lo dimenticate mai: nutrirsi in modo attento (guardare bene le etichette cioè), variare l'alimentazione, è fondamentale :)

Altra prova, quindi, sempre per testare la resa del mix pane al Teff della Liberaire.

Stavolta prova pizza e sempre lievitata soltanto con il siero del Kefir



©Pizza "Liberaire" al Kefir©


  • 250 g di mix teff Liberaire
  • 200 g di siero di kefir (usatelo filtrato da non più di 48 ore)
  • 20 g di olio
  • 4 g di sale


  1. Versate farina e siero di Kefir dentro una ciotola, iniziate ad impastare con la forchetta.
  2. Appena è poco amalgamato unite l'olio ed il sale e proseguite a mano.
  3. Impastate bene, tappate la ciotola e fate lievitare a temperatura ambiente per 24 ore.
  4. Poi: io il giorno dopo non avevo tempo per fare la pizza, per cui ho preso la ciotola e l'ho messa in frigorifero e l'ho cotta ancora 24 ore dopo.
  5. Per cui il mio impasto ha riposato in tutto 48 ore.
  6. Per poterla preparare ho tirato l'impasto fuori dal frigo un paio d'ore prima.
  7. Con quelle dosi di farina sono venute due pizze sottili da cuocere con il fornetto Ferrari.
  8. Ho diviso l'impasto in due pallette ed ho steso ciascuna con le mani ben unte, attenzione che non essendo una farina molto "elastica" (come vi avevo già detto) tende un pochino a rompersi, ma voi "rammendate" il buchino e fate finta di non avere visto ;).
  9. Fatele riposare stese circa 20 minuti.
  10. Condite a piacere e cuocetela: ho usato il fornetto Ferrari per pizza che in 3/5 minuti te la sforna come da pizzeria, morbida e fragrante :)
Il bordo che vedete è morbido e ben cotto, non croccante.



Ha avuto un grande successo qui a casa, polverizzata in un nano secondo!



Un abbraccio!

Olga

p.s. va da sé che questo metodo di lievitazione potete usarlo anche con altre farine :) Come potete usare il lievito di birra: 200 g di acqua +10 g circa di lievito di birra fresco. Ovviamente dovrà lievitare un paio d'ore e poi procederete come al solito. Se invece volete mantenere gli stessi tempi lunghi fate 200 g di acqua + 2 g di lievito di birra fresco o 1 g di lievito di birra secco.

p.p.s. Ci vediamo all'Expò :)

mercoledì 12 novembre 2014

Focaccia Integrale con Siero di Kefir

Prima di iniziare: il kefir che ha il potere di lievitare gli impasti senza l'ausilio del lievito di birra o del lievito madre è solo quello autoprodotto partendo dai grani di kefir, non quello pronto quindi che si trova in commercio nelle bottigliette.
I Grani di Kefir, invece, non si trovano in commercio, ma si acquisiscono da chi li ha: dobbiamo trovare qualcuno che ce li regali.

Se riuscite a procurarveli potete preparare pane, pizza e focaccia senza lievito di birra (per chi è intollerante anche a questo), senza dover stare dietro al lievito madre e magari utilizzando una farina senza glutine integrale e biologica come in questo caso.
Non ve lo dimenticate mai: nutrirsi in modo attento (guardare bene le etichette cioè), variare l'alimentazione, è fondamentale :)

Preparata sempre con il mix al Teff della Liberaire, ma senza lievito di birra né lievito madre: ho usato solo il siero del kefir.

Per intenderci: è siero di kefir solo la parte liquida trasparente separata dal latte.
Non so se Vi ricordate di questo post Formaggio cremoso di Kefir, dove appunto avevo separato il latte dal siero, ottenendo da un lato un formaggio cremoso e dall'altro il siero del kefir da usare al posto del lievito di birra.



©Focaccia Integrale©


  • 430 g di mix Teff Liberaire
  • 420 g di siero di Kefir (usatelo filtrato da non più di 48 ore)
  • 8 g di sale


Mescolare tutto con una forchetta, tappare e lasciare riposare, a temperatura ambiente, per un minimo di 18 ore fino ad un massimo di 24 ore.
Il giorno dopo fare scivolare l'impasto direttamente sulla teglia coperta con carta forno unta e lasciare lievitare ancora un paio d'ore.
Cuocere a 220° per 20/25 minuti circa poggiando la teglia sulla refrattaria bollente.
La focaccia è venuta leggerissima, morbida, ottima di sapore e come potete leggere, senza particolare fatica :)



Un abbraccio!

Olga

p.s. va da sé che questo metodo di lievitazione potete usarlo anche con altre farine :) come potete usare il lievito di birra: 420 g di acqua più 1 g di lievito di birra secco.


lunedì 10 novembre 2014

Pane Integrale con Teff Brood MIx Liberaire

Sono tanto contenta di presentarVi in anteprima questa farina, perché l'ho trovata davvero davvero buona, per sapore e resa.

Inoltre è integrale, perché contiene farina di teff ed è bio, che non guasta.

L'azienda olandese è la "Liberaire", opera da tanti anni nel settore, ma solo da quest'anno i prodotti saranno distribuiti anche in Italia dalla Bioorganic: cliccate QUI, trovate tutto :)

Io tre anni fa avevo assaggiato i loro biscotti all' Expò di Brescia (saranno presenti anche quest'anno a Rimini), gli "Speculaas" senza glutine e li avevo trovati buonissimi.


©Pane Comune con Mix Teff Liberaire©


  • 500 g di Teff Brood Mix Liberaire
  • 400 g di acqua tiepida
  • 20 g di olio
  • 1 cucchiaino di zucchero, oppure miele
  • 8 g di sale
  • 6 g di lievito di birra secco o 13 di quello fresco


Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida ed unire lo zucchero.
Fate riposare per 10 minuti.
Poi nella ciotola dell'impastatrice unite all'acqua e lievito, la farina e cominciate ad impastare, appena il tutto è amalgamato, unite il sale e l'olio.
Fate lavorare la macchina ancora finchè l'impasto non è liscio, soffice e appiccicoso, ci vorranno circa 5 minuti a velocità sostenuta.
Tappate la ciotola e fate lievitare.
Poi prelevate l'impasto ponetelo sulla spianatoia infarinata (io avevo infarinato con farina di teff bianco) e senza strapazzarlo, rigiratelo nella farina e tagliate tanti pezzi secondo quanto grandi volete i panini.
Fate riposare 35 minuti circa (state solo attenti a non perderli di vista: l'impasto lievita velocemente per cui è un attimo che rischino di passare di lievitazione), e nel frattempo scaldate il forno a 230° con la refrattaria dentro.
Per la cottura al solito: 5-6 minuti a 220° e 20 minuti a 200°.
Se tutto è andato bene, in forno gonfieranno ancora un altro po'


Il pane è ottimo! Crosta croccante, mollica leggerissima e morbida (è microalveolata, quasi una nuvola), sapore integrale, gustoso, come la farina di segale, ma più delicato.

La farina non contiene amido di frumento deglutinato, né cellulose ed ha un'ottima resa comunque, anche usata da sola.
Non è molto elastica, per cui la lievitazione va monitorata per non rischiare che l'impasto passi di lievitazione appiattendosi.
Anche l'assorbimento dell'acqua è elevato e come per quasi tutte le nostre farine sta all'80% rispetto al peso della farina.

Nei prossimi giorni pubblico la focaccia e la pizza che ho fatto lievitare senza lievito di birra né lievito madre, ma con l'ausilio del solo siero del kefir :)

Insieme alle farine ho ricevuto anche dei prodotti già pronti e devo dire che sono anche questi buoni (e sono bio):

Le cosine più buone sono i Wafel belga morbidissimi anche senza scaldarli e di ottimo sapore e i biscotti Speculaas. A seguire le girelle (che invece vanno scaldate un attimo) e quei biscotti tondi che sono tipici olandesi.
E considerate che io non amo (né consumo) i prodotti già confezionati, perché non ne sopporto quel sapore di "aroma artificiale uguale" che hanno quasi tutti.
Questi invece sono gradevoli anche sotto l'aspetto "aromi"

Un abbraccio!

Olga


domenica 9 novembre 2014

CORDON BLEU



Oggi, dopo giorni di pioggia, è spuntato il sole e la temperatura è gradevolissima. In casa siamo solo io e la mia piccola (?) Mariafiore, questo piattino lo abbiamo preparato insieme. Che dite: ci siamo trattate bene? Noi siamo convinte di sì.

Buona domenica!

CORDON BLEU dose per 2 persone:

2 fette di petto di pollo
1 fetta alta 3mm di prosciutto cotto consentito
2 fette alte 3mm di fontina
mix impasti lievitati qb per infarinare
pangrattato senza glutine
1 uovo
olio di arachidi per friggere
sale

Preparazione:
Con il batticarne ho battuto le fette di petto di pollo-le ho chiuse in un foglio di carta forno per non rovinarle-sulla metà di ogni fetta ho sistemato il prosciutto cotto e la fontina ed ho chiuso a libro. Ho sbattuto l'uovo con un pizzico di sale, ho infarinato uniformemente (anche lateralmente) la carne, l'ho passata nell'uovo ed infine nel pangrattato, cercando di far aderire bene l'impanatura comprimendo con le mani. Nel frattempo ho fatto scaldare  bene l'olio di arachidi. Ho fritto da entrambe le parti fino a completa doratura. In carta assorbente ho fatto scolare l'olio in eccesso, un pizzico di sale... et voilà.

©appera


giovedì 30 ottobre 2014

VERMICELLI DI PATATE con salsa di cipolla

 Sono felice di comunicare che da questo mese, per la durata di 12 mesi, il nostro blog collaborerà con IMETEC-CUKO' nella preparazione di gustose ricette gluten free realizzate esclusivamente con questa originale cooking machine. Abbiamo deciso di fare questa sorta di pubblicità (come sapete, in generale tendiamo a non accettare questo tipo di collaborazioni.. se la mente non mi tradisce questa è la prima volta..) perchè abbiamo ritenuto, dopo aver visto ciò che è in grado di fare, che forse, ad esempio per una famiglia dove ci sono 1 o più celiaci, può essere un valido supporto per la preparazione e la  corretta gestione del pasto senza glutine. 



Ricettando con Cukò

Ingredienti per i vermicelli (dose per 4 persone):

300 g di patate medie
100 g di farina per pasta fresca senza lattosio Molino Dallagiovanna
1 tuorlo
1 presa di sale
Preparazione:
Vi descrivo la ricetta così come l'ho eseguita con il Cukò, in alternativa potete fare a mano procedendo come da ricetta classica per gli gnocchi.
Ho lessato le patate per 30 minuti con la funzione cottura a vapore del Cukò. A cottura ultimata ho sbucciato le patate e le ho frullate dentro la boccia. Sulla spianatoia ho aggiunto la purea di patate, la farina, l'uovo e il sale ed ho impastato a mano fino ad ottenere una palla omogenea. Ho formato dei budellini del diametro di circa 1,5 cm che ho tagliato alla lunghezza di circa 3 cm. Ho lasciato asciugare i vermicelli e nel frattempo ho preparato la...


Crema di cipolla
Ingredienti:
20 gr di burro
1 cucchiaino di zucchero
170 gr di acqua
120 g di cipolla
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di amido di mais (con il claim senza glutine)
Preparazione:
Per questa crema ho usato il programma automatico C. Ho inserito nella boccia il burro e lo zucchero, dopo 4 minuti (2°bip) ho unito cipolla tagliata finemente, acqua e sale. Infine dopo 43 minuti (3°bip) ho messo l'amido di mais. Fatto! 
Quindi ho cotto i vermicelli, li ho conditi con la crema di cipolla ed ho aggiunto una generosa spolverata di Parmigiano Reggiano.
Buon Appetito! 

©appera

mercoledì 29 ottobre 2014

Crema Speziata di Zucca e Patate

Una ricetta di una facilità unica, che immagino tutti prepariate così :)

La crema non contiene latte, burro o panna (salvo il decoro superficiale che comunque è di panna di latte Accadì senza lattosio).

Qui in aggiunta c'è un cucchiaino di un mix di spezie preparato da me con:

zenzero, coriandolo, menta romana, aglio disidratato, zucchero grezzo di canna, sale marino, pepe nero macinato, cumino, curcuma, salvia, trigonella, finocchio, paprica dolce, rosmarino, alloro, timo.

Un cucchiaino per ciascuno e tutto secco.
Tutto frullato ancora più fine con le lame del mixer





©Crema Speziata di Zucca e Patate©

  • 500 g di zucca già pulita tagliata a dadini
  • 500 g di patate a cubetti
  • 1 cipolla piccola bianca
  • acqua
  • 1 cucchiaino di polvere di spezie miste come sopra (ci sta bene anche il curry, ma che sia idoneo da prontuario o con il claim "senza glutine")
  • sale

Riunite in pentola i cubetti di zucca, i cubetti di patate e la cipolla a fettine.
Coprite con l'acqua a filo: cioè i cubetti devono quasi affiorare dall'acqua.
Ponete la pentola sul fuoco e fate cuocere a fiamma bassa fino a che la zucca non è sfatta e le patate ben cotte.
Frullate subito direttamente in pentola con un mixer ad immersione.
Unite il cucchiaino di spezie miste, un pizzico di sale e due giri di olio a crudo.

Poi se vi viene lo "sghiribizzo" come a me l'altra sera, fate dei cerchi concentrici con della panna fresca (io Accadì senza lattosio) e decorate usando uno stecchino: tracciate dei raggi dal centro verso l'esterno.

Se è destinata anche ai bambini, la loro, non speziatela :)

Carina da portare in tavola (visto il periodo, il decoro ricorda una ragnatela), densa, molto leggera e con quel tocco in più, molto caldo, dato dalle spezie.

Un abbraccio!

Olga


mercoledì 22 ottobre 2014

Dimostrazione di Cucina Senza Glutine Milano 22 novembre

Questa invece la locandina della dimostrazione che faremo a Milano con la nostra cara amica Lidia e la collaborazione dei ragazzi di Celiachia Food Milano Sud :)

Il corso è SOLD OUT! Grazie di cuore a tutti :)


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...